Giorni felici a Todi,
un APPuntamento irrinunciabile

todiA Todi  saranno davvero “giorni felici” per gli appassionati di nuove tecnologie: dal 25 al 28 settembre la città “ideale”, conosciuta come la più vivibile del mondo, ospiterà APPy Days, il primo grande evento italiano dedicato al mondo delle App, le applicazioni software pensate per essere utilizzate da tablet e smartphone.

Palazzo e Teatro Comunale, Sala delle Pietre e il Nido dell’Aquila sono alcune delle prestigiose location messe a disposizione dal Comune di Todi per l’evento. Si svolgeranno, invece, all’aperto le attività di maggiore impatto visivo, con installazioni che proietteranno nel futuro il centro storico della Città.

fabio_lalliTodi APPy Days chiamerà a raccolta curiosi ed esperti del settore. Lo scopo? Creare un’occasione di incontro e confronto fra programmatori, sviluppatori e imprenditori e svelare il mondo segreto delle App anche ai non addetti ai lavori. Direttore tecnico sarà Fabio Lalli, Presidente della community Indigeni Digitali e Ceo di IQUII, società specializzata nello sviluppo di strategie digitali e applicazioni mobile/werable.

I molti eventi in calendario spazieranno dall’area tecnico culturale all’intrattenimento, con tanti appuntamenti speciali. E se seminari, workshop, lab, incontri tecnici e corsi di formazione accenderanno l’interesse dei professionisti, ad APPassionare i curiosi ci penseranno tornei di games per mobile, challenge e contest fotografici dove le uniche fotocamere consentite saranno quelle dei dispositivi mobili e il fotoritocco sarà possibile solo con le App. Senza dimenticare iniziative ad hoc per le scuole e uno spazio riservato ai più piccoli. Chi vuole invece esplorare le ultime frontiere delle nuove tecnologie non vorrà perdere la speciale area dedicata alla Realtà Aumentata.

In Italia il valore complessivo dell’economia legata alle app vale 25,4 miliardi di euro, pari all’1,6% del Pil. Salirà a 40 miliardi nel 2016 pari al 2,5% del Pil: la stima è contenuta in una ricerca degli Osservatori Ict del Politecnico di Milano. Secondo l’indagine, il mobile ha generato in Italia un circolo virtuoso: smartphone e tablet raggiungeranno – rispettivamente – quota 45 e 12 milioni a fine 2014, le vendite dei contenuti digitali (giochi, news) da dispositivi mobile è cresciuta di oltre il 30%.

Audiweb, l’organismo “super partes” che rileva e distribuisce i dati di audience di internet in Italia, nel mese di luglio ha diffuso, per la prima volta, i dati di audience online da mobile (smartphone e tablet) integrati con i dati da pc dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2014.

In base ai dati della total digital audience di marzo, risultano online 25 milioni di italiani tra i 18 e i 74 anni, collegati in media per 46 ore e 15 minuti nel mese. La mobile audience è rappresentata da 17,2 milioni di utenti nel mese (utenti unici che accedono a internet da smartphone e tablet), con un dato non molto differente nel giorno medio – 14,5 milioni – che dimostra l’uso abituale dei nuovi device per accedere alla rete.

Analizzando i dati sull’uso dei differenti device per accedere a internet nel giorno medio – computer e device mobili – risultano 7,4 milioni gli italiani che accedono a internet solo da mobile (il 37% degli utenti online nel giorno medio), un dato superiore all’accesso solo da computer (5,3 milioni solo PC) e all’uso combinato tra i due device (7,2 milioni PC e mobile).